Designer Gioielli

Scopri lo stile inconfondibile dei gioielli firmati dal designer ANDREA925


La storia del brand ANDREA925 e quella del suo ideatore Andrea Mastrolorenzi sono strettamente connesse.
Classe 1975, romano, Andrea cresce tra il design, i gioielli, la creazione di pezzi unici assolutamente originali e respira nelle botteghe di famiglia l’aria artistica che lo formerà e che mai lo lascerà negli anni.

Sono i primi anni ’90 quando, concluso il percorso di studi del Liceo Artistico, decide di avvicinarsi in maniera più consapevole al laboratorio orafo dei suoi genitori e di mettersi in gioco con le sue idee.

Gli anni 90, il tempo della musica dance e dei club, dell’Italia che scopre quel ritmo, quella musica e quell’atmosfera piena di vitalità..

Andrea in quegli anni frequenta questo mondo: gira l’Italia dei club underground, conosce tante persone coetanee, tanti dj noti e tanti amanti della musica come lui. Tutto quello che percepisce, l’energia delle mode che vede evolversi e le persone che conosce e di cui si circonda, creano in lui la convinzione che questo cambiamento debba rispecchiarsi anche nei gioielli con i quali lavora e che crea con le sue mani.
I gioielli arrichiscono il look personale di ognuno e devono quindi, secondo lui, necessariamnete avvicinarsi ad un mondo più attuale, rinnovarsi, raccontare gli stili e la moda che evolve, farsi vicino ai più giovani che vogliono raccontarsi anche con l’abbigliamento che indossano.

La sua personale idea di moda diventa sempre più forte.

La moda legata ai gioielli che immagina e crea è per lui una moda unisex, che vede coinvolti i gioielli nell’abbigliamento più che mai, per donne e uomini senza distinzioni, per la quotidianità dalla mattina quando si va a lavoro fino alla sera per uscire, senza distinzioni.

Andrea aggiunge al proprio abbigliamento dettagli che lo rendano riconoscibile e celebrino e mostrino le sue idee ed il suo lavoro. Dettagli che identifichino il suo estro creativo e la sua personalità e lo fa con gli accessori dai quali non si separerà mai più: i suoi gioielli.

La difficoltà maggiore incontrata in quegli anni fu che, negli anni 90, parlare di gioielli significava ancora parlare di oro ed è per questo che, pensando al suo stile e a quello delle persone che frequenta ed incontra, e ai tempi così profondamente cambiati, decise di portare avanti con forza la creazione dei suoi gioielli in argento. Fondendo lo stile underground con quello rock, punk e tutte le influenze che gli arrivavano dall’esterno, dai viaggi fatti, dalle tendenze e dal mondo della musica, elegge l’argento a metallo adatto maggiormente al quotidiano e al suo lavoro creativo.

Nel tempo, il suo stile e queste sue nuove idee si fanno notare, la moda di quegli anni lo accompagna, il suo carisma arriva diretto, a chi già lo conosce come a chi non ancora ma ne rimane incuriosito.
La domanda sulla provenienza dei gioielli da lui creati diventa sempre più frequente e il passaparola è un processo immediato. La sua notorietà cresce attraverso una reta sociale spontanea, fatta di consigli in forma diretta tra soggetti che spesso a mala pena si conoscono ma che hanno conosciuto i prodotti di Andrea e, essendone soddisfatti, se ne fanno paladini e li consigliano ad altri.

In un’epoca nella quale internet non aveva la forza che ha adesso, nella quale per farsi conoscere bisognava essere fisicamente sempre presenti e metterci realmente la faccia, Andrea è lì a raccontare come fa a realizzare quel bracciale, quell’anello o quel ciondolo plasmando a mano la cera ed utilizzando gli strumenti che ha nel laboratorio di famiglia, non ha limiti di realizzaizone, tutto si può creare . Parla con i suoi clienti e da loro consigli sulla lavorazione e su quelle che può essere la resa migliore per il loro gioiello.
Così, le vite, le emozioni, le passioni di tante persone iniziano a diventare gioielli. Così la voce corre, la fama cresce e il suo lavoro diventa un brand che porterà il suo nome unito al titolo del metallo da lui prediletto: ANDREA925.
Negli anni, al suo logo si accosterà anche il suo marchio di fabbrica *232 RM, ereditato dalla gioielleria di famiglia e a loro appartenente dal 1972 . Il marchio di fabbrica identifica il produttore ed esecutore di ogni gioiello tramite un utensile chiamato punzone. Ogni punzone è unico ed ha un numero seriale che identifica la fabbrica seguito dalla provincia di appartenenza. La stella rapresenta la Repubblica Italiana, il numero è l’identificativo della casa produttrice, nel caso di ANDREA925 la 232esima fabbrica nella tradizione manifatturiera dei metalli preziosi a Roma, Rm è la provincia di appartenenza della fabbrica.

 

Designer Gioielli Roma

Designer Gioielli

Scopri lo stile inconfondibile dei gioielli firmati dal designer ANDREA925


La storia del brand ANDREA925 e quella del suo ideatore Andrea Mastrolorenzi sono strettamente connesse.
Classe 1975, romano, Andrea cresce tra il design, i gioielli, la creazione di pezzi unici assolutamente originali e respira nelle botteghe di famiglia l’aria artistica che lo formerà e che mai lo lascerà negli anni.

Sono i primi anni ’90 quando, concluso il percorso di studi del Liceo Artistico, decide di avvicinarsi in maniera più consapevole al laboratorio orafo dei suoi genitori e di mettersi in gioco con le sue idee.

Gli anni 90, il tempo della musica dance e dei club, dell’Italia che scopre quel ritmo, quella musica e quell’atmosfera piena di vitalità..

Andrea in quegli anni frequenta questo mondo: gira l’Italia dei club underground, conosce tante persone coetanee, tanti dj noti e tanti amanti della musica come lui. Tutto quello che percepisce, l’energia delle mode che vede evolversi e le persone che conosce e di cui si circonda, creano in lui la convinzione che questo cambiamento debba rispecchiarsi anche nei gioielli con i quali lavora e che crea con le sue mani.
I gioielli arrichiscono il look personale di ognuno e devono quindi, secondo lui, necessariamnete avvicinarsi ad un mondo più attuale, rinnovarsi, raccontare gli stili e la moda che evolve, farsi vicino ai più giovani che vogliono raccontarsi anche con l’abbigliamento che indossano.

La sua personale idea di moda diventa sempre più forte.

La moda legata ai gioielli che immagina e crea è per lui una moda unisex, che vede coinvolti i gioielli nell’abbigliamento più che mai, per donne e uomini senza distinzioni, per la quotidianità dalla mattina quando si va a lavoro fino alla sera per uscire, senza distinzioni.

Andrea aggiunge al proprio abbigliamento dettagli che lo rendano riconoscibile e celebrino e mostrino le sue idee ed il suo lavoro. Dettagli che identifichino il suo estro creativo e la sua personalità e lo fa con gli accessori dai quali non si separerà mai più: i suoi gioielli.

La difficoltà maggiore incontrata in quegli anni fu che, negli anni 90, parlare di gioielli significava ancora parlare di oro ed è per questo che, pensando al suo stile e a quello delle persone che frequenta ed incontra, e ai tempi così profondamente cambiati, decise di portare avanti con forza la creazione dei suoi gioielli in argento. Fondendo lo stile underground con quello rock, punk e tutte le influenze che gli arrivavano dall’esterno, dai viaggi fatti, dalle tendenze e dal mondo della musica, elegge l’argento a metallo adatto maggiormente al quotidiano e al suo lavoro creativo.

Nel tempo, il suo stile e queste sue nuove idee si fanno notare, la moda di quegli anni lo accompagna, il suo carisma arriva diretto, a chi già lo conosce come a chi non ancora ma ne rimane incuriosito.
La domanda sulla provenienza dei gioielli da lui creati diventa sempre più frequente e il passaparola è un processo immediato. La sua notorietà cresce attraverso una reta sociale spontanea, fatta di consigli in forma diretta tra soggetti che spesso a mala pena si conoscono ma che hanno conosciuto i prodotti di Andrea e, essendone soddisfatti, se ne fanno paladini e li consigliano ad altri.

In un’epoca nella quale internet non aveva la forza che ha adesso, nella quale per farsi conoscere bisognava essere fisicamente sempre presenti e metterci realmente la faccia, Andrea è lì a raccontare come fa a realizzare quel bracciale, quell’anello o quel ciondolo plasmando a mano la cera ed utilizzando gli strumenti che ha nel laboratorio di famiglia, non ha limiti di realizzaizone, tutto si può creare . Parla con i suoi clienti e da loro consigli sulla lavorazione e su quelle che può essere la resa migliore per il loro gioiello.
Così, le vite, le emozioni, le passioni di tante persone iniziano a diventare gioielli. Così la voce corre, la fama cresce e il suo lavoro diventa un brand che porterà il suo nome unito al titolo del metallo da lui prediletto: ANDREA925.
Negli anni, al suo logo si accosterà anche il suo marchio di fabbrica *232 RM, ereditato dalla gioielleria di famiglia e a loro appartenente dal 1972 . Il marchio di fabbrica identifica il produttore ed esecutore di ogni gioiello tramite un utensile chiamato punzone. Ogni punzone è unico ed ha un numero seriale che identifica la fabbrica seguito dalla provincia di appartenenza. La stella rapresenta la Repubblica Italiana, il numero è l’identificativo della casa produttrice, nel caso di ANDREA925 la 232esima fabbrica nella tradizione manifatturiera dei metalli preziosi a Roma, Rm è la provincia di appartenenza della fabbrica.